AFC Ajax - 1. FC Nürnberg

Wilhelmus "Wim" Suurbier
2 ottobre 1968, Olympisch Stadion, Amsterdam
Coppa dei campioni - sedicesimi di finale (ritorno)
Tabellino | Full matchHighlights [4:07]

New York Cosmos - Santos FC

1 ottobre 1977, Giants Stadium, New York
Farewell match
Tabellino e sintesi [57:32] | altro video | Gallery (GettyImages)

"E' sfato il più grande di tutti, il re. Il delirio della folla, la ricchezza, il trionfo, la leggenda. Per descrivere la sua gloria è stato usato ogni aggettivo, ogni aforismo, ogni metafora. Pelé amato, invidiato, idolatrato, vivisezionato, Pelé studiato, criticato, dato cento volte per finito. Intervistato, fotografato. Per veni'anni Pelé e il calcio sono stati una sola cosa, forse ne dovranno passare altrettanti prima che qualcun altro possa raccoglierne eredità ed onori. Questa sera Edson Arantes do Nascimento, l'antico piccolo lustrascarpe di Baurù, darà l'addio. Nel Giants Stadlum di New York settantamila persone in piedi saluteranno per l'ultima volta l'esibizione in campo del brasiliano più famoso del mondo. Poi i Cosmos, quasi in segno di lutto sportivo, metteranno sotto vetro la maglia numero dieci, che non sarà più indossata da nessuno. Davanti ai teleschermi, almeno 500 milioni di persone vedranno il terreno di gioco circondato dai fotografi, e le cerimonie d'addio e la commozione e i vecchi campioni venuti a rendere omaggio al più grande di tutti, al re. Pelé indosserà nel primo tempo la maglia del Cosmos, nel secondo quella del Santos. la squadra della sua giovinezza e della sua gloria ... L'imponente apparato organizzativo della Warner Communications ha preparato tutto per bene. Splendide ragazze, scenografia perfetta, fasto e colore dietro cui si nascondono interessi pubblicitari ma anche commozione sincera. Pelé, ancora una volta, saluterà il mondo con il braccio levato e le lacrime agli occhi. Migliaia di giornalisti andranno a New York apposta per lui, ma forse il più grande di tutti, il re, preferirebbe trovarsi allo stadio di Santos davanti ai suoi vecchi tifosi impazziti di gioia e dolore: «Questo - dice - è il momento più difficile della mia vita. Se potessi, vorrei ricominciare tutto daccapo». (Carlo Coscia, 'La Stampa', 1° ottobre 1977)

Brasil - Perù

30 settembre 1975, Estadio Mineirão, Belo Horizonte
Copa América - semifinali (andata)
TabellinoSintesi [47:54] | Highlights

Italia - Svezia

29 settembre 1973, Stadio San Siro, Milano.
Amichevole internazionale
Tabellino | Highlights

AFC Ajax Amsterdam - Celtic FC

Sì, è lui, e tra poco uscirà.
29 settembre 1982, Olympisch Stadion, Amsterdam
Coppa dei campioni - sedicesimi (ritorno)
Tabellino | Sintesi [29:06] | Highlights

George McCluskey fece il gol decisivo per il Celtic, e racconta di non aver potuto scambiare la sua maglia con quella di un giocatore dell'Ajax, tutti a testa china mentre uscivano dal campo. Ma, entrando negli spogliatoi, trovò Cruijff sul lettino dei massaggi. Appena lo vide, Johan gli chiese di avvicinarsi, si complimentò per il bel gol e gli diede la sua maglia.
Andò così. Sull'uno a uno sino a tre minuti dalla fine, gli olandesi erano virtualmente negli ottavi di finale. Cruijff, con un ginocchio malandato, fu sostituito. Un minuto dopo, McCluskey segnò la rete della qualificazione.
Fu l'ultima partita giocata in Coppa dei campioni dall'asso olandese, a sedici anni di distanza dalla prima.

FC Internazionale Milano - FK Torpedo Moskva

Valery Voronin
Anzor Kavazashvili 
28 settembre 1966, Stadio San Siro, Milano
Coppa dei campioni - sedicesimi di finale (andata)
Tabellino | Sintesi [32 min. ca.] | Copia: 1 -2 -3 - 4 | Highlights

Serata tiepida, sciopero dei mezzi pubblici, rivincita di Sunderland, niente tivù, o forse sì, campioni d'Italia (Inter) contro campioni sovietici (Torpedo), sfida affascinante, sedicesimi di andata di coppa, San Siro è bello pieno. Ma la partita è moscia, e nel primo tempo i russi beccano un palo. Partita dura, difficile. Nell'intervallo chiediamo a Monsù Poss un parere. "Le offensive dei neroazzurri sono state più incisive, mentre quelle dei sovietici hanno avuto un carattere più riservato. Comunque, l'impressione che ha lasciato questo primo tempo chiusosi in bianco è che la squadra moscovita non sia una di quelle alle quali sia possibile infliggere una quantità rilevante di punti". Già. Sono tosti. Poi nel secondo tempo i milanesi passano. Un autogol, certo, ma una bella azione, vero Monsù? "Sì. L'azione in sé era stata bella e meritevole ed era stata dovuta ad una fuga di Suarez che aveva concluso la sua azione con un bel centro; Mazzola aveva tirato, con un tiro né troppo forte né troppo preciso, e il portiere stava per impadronirsi della palla quando Voronin, combinazione uno degli uomini più in vista della squadra sovietica, venne ad interporre un piede sul tiro, deviandone la traiettoria fuori della portata del portiere sovietico". Troppi sovietici in campo, e il pallone è uno solo. In ogni caso, la sfida finisce qui. Ah no, c'è ancora un palo di Picchi (uno dei due pali difesi da Sarti, dunque un quasi-autogol). Impressione generale, Monsù? "L'impressione generale è che una rete di vantaggio non basti ai neroazzurri di Milano per superare il turno". Sempre ottimista, il turineis.

Belgium - West Germany

26 settembre 1954, Stade du Heysel, Bruxelles
Amichevole internazionale
Tabellino | Video

Unione Sovietica - Ungheria

26 settembre 1954, Dinamo Stadium, Moscow
Amichevole internazionale
Tabellino | Video (MLSZ)

England - Denmark

21 settembre 1983, Wembley Stadium, Londra
Campionato europeo - qualificazioni (gruppo 3)
Tabellino | Full match | Highlights

England's shame. Così avevano commentato i tabloid inglesi lo spettacolare pareggio (due a due) ottenuto dall'XI albionico a Copenaghen il 22 settembre 1982. E' trascorso un anno, ed ecco ora i danesi scalpitare sul prato di Wembley. Bobby Robson ha già messo le mani avanti: i suoi devono affrontare "a formidable team, one of the best I have seen for 10 to 15 years". Addirittura? Come che sia, l'Empire Stadium è affollato, e dev'essere una soddisfazione particolare per Sepp Piontek e Allan Simonsen tornare a casa con una vittoria facile facile, dopo una partita dominata, anche se nel tabellino rimane un solo gol, oltretutto su calcio di rigore (foto). Il match è cruciale, e sostanzialmente stabilisce che, agli europei di Francia, i maestri non si potranno presentare. Danish Dynamite. Non aveva torto, il povero Robson.

FC Admira Wacker - FC Internazionale Milano

Risultati immagini per Admira Wacker Inter 1973
19 settembre 1973, Bundesstadion Südstadt, Mödling
Coppa Uefa - primo turno (andata)
Tabellino | Full match | Highlights

Zambia - Italia

I Chipolopolo
19 settembre 1988, Gwangju Mudeung Stadium
Giochi Olimpici - fase a gironi (gruppo B)
Tabellino | Full match | Highlights

Il commento di Gianni Mura su La Repubblica (20 settembre 1988)

Celtic FC - AFC Ajax Amsterdam

Sì, è lui
15 settembre 1982, Celtic Park, Glasgow
Coppa dei campioni - sedicesimi (andata)
Tabellino | Sintesi [29:07] | Highlights

Dopo nove anni e rotti, Johan Cruijff riveste la maglia della sua squadra in un match di Coppa dei campioni. Una classica del calcio europeo, ai tempi. Una partita bellissima.
Sulla panchina aiacide, inutilizzato, il giovanissimo Van Basten.