Sette tocchi di prima

Schegge
Il rapido palleggio degli Azzurri
20 agosto 2003, Gottlieb Daimler Stadion, Stuttgart
"Erano almeno un paio d' anni che non mi divertivo così. Anzi di più" (Vieri).
"E' stata davvero una gran giocata, quando Vieri mi ha allargato quel pallone per un attimo ho pensato di tirare, poi ho deciso di ridargli il pallone. E' stata la cosa più giusta. Anche se Bobo quel passaggio lo ha fatto perché prima tirare non poteva proprio" (Totti).
"Certo giocare assieme è stato bello, abbiamo ricominciato a giocare la palla e questo è positivo" (Del Pieri).
La rete con cui gli Azzurri amichevolmente passano a Stoccarda "entra di diritto nella galleria dei più bei gol azzurri: sette tocchi consecutivi di prima, rasoterra, chiusi all'altezza del dischetto dal destro in corsa di Vieri. A futura memoria: palla rubata da Tacchinardi a centrocampo, doppia triangolazione Vieri-Del Piero dalla fascia sinistra a centro area, tiro fintato dal centravanti, appoggio per Totti e fulminea restituzione dell' attrezzo per l'esecuzione" (Enrico Currò).
Altri tempi